Monitoraggio Scientifico a cura del Prof. Fiorenzo Laghi

Il Prof. Fiorenzo Laghi ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima fascia nel settore concorsuale 11/E2 (D.D. 1532/2016). E’ attualmente professore di ruolo di II fascia per il settore scientifico disciplinare M-PSI/04 – Settore concorsuale 11/E2 presso il Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione – Facoltà di Medicina e Psicologia (DR. 1574 del 28/05/2015).
Nel 2013 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di seconda fascia nel settore concorsuale 11/E2 (DD n. 222/2012). Dal 2005 è socio ordinario dell’Associazione Italiana di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione e membro dell’International Society of Developmental Psychology. Dal 2009 ad oggi afferisce ad ECONA (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Elaborazione Cognitiva nei Sistemi Naturali e Artificiali). Dal 2012 è membro dell’European Association for Research on Adolescence. Dal 2015 afferisce al CIRMPA- Centro Interuniversitario Psicologia Sapienza, Roma.
Il Prof. Fiorenzo Laghi si occupa di fattori di rischio e di protezione in associazione agli esiti di sviluppo in adolescenti con sviluppo tipico e atipico attraverso metodi di analisi multivariata dei dati allo scopo di esaminare gli effetti combinati di molteplici componenti sui processi di sviluppo, considerando in particolare il ruolo dei precursori della ToM nelle prime fasi dello sviluppo; il ruolo della componente hot e cool del controllo inibitorio in relazione ai disturbi di internalizzazione ed esternalizzazione in età prescolare; il ruolo della Nice e Nasty Theory of Mind in età scolare e il ruolo della prospettiva egocentrica e allocentrica della Tom in relazione a specifici comportamenti a rischio in adolescenza e in età adulta. Gli interessi di ricerca riguardano anche la validazione di specifici strumenti di misura finalizzati alla valutazione delle competenze e dello stress di genitori di bambini e adolescenti con sviluppo tipico e atipico. Per ciò che riguarda i soggetti con sviluppo atipico un interesse specifico è rivolto alla verifica ed efficacia di programmi di intervento finalizzati all’inclusione scolastica e lavorativa di adolescenti con Disturbi dello spettro autistico (Peer Mediated Intervention). Attualmente è Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia del Ciclo di vita; Direttore del Master in Disturbi dello spettro autistico in adolescenza; Direttore del Corso di Formazione di I livello in Peer Mediated Intervention per ragazzi con Disturbo dello spettro autistico, , Dipartimento dei processi di sviluppo e socializzazione, Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza, Università degli studi di Roma.

PROGETTI DI RICERCA IN COLLABORAZIONE CON IL DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA DEI PROCESSI DI SVILUPPO E SOCIALIZZAZIONE, SAPIENZA, UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA
(Coordinatore scientifico: Prof. Fiorenzo Laghi)
2014-2015 – Ha partecipato come ATS (capofila Cooperativa sociale integrata e agricola “G. Garibaldi” di Roma) al progetto “La casa delle autonomie: un modello di comunità agricola per l’inclusione lavorativa di adolescenti con disturbo dello spettro autistico in un’ottica di social innovation, approvato dalla Regione Lazio con Determina Dirigenziale n.G17457 del 03/12/2014.
2013-2014– Progetto di ricerca “Il modello di intervento COMPASS per adolescenti con Disturbo dello spettro autistico”, finanziato dalla Direzione regionale Politiche Sociali, Autonomia, Sicurezza e Sport, Regione Lazio (D.G.R. 238/13 Richiesta di accesso al contributo regionale per la realizzazione di interventi di rilevante interesse sociale e/o aventi caratteristica di gravità e urgenza).
2013-2014 – Progetto di ricerca “Peer Mediated Intervention: integrazione scolastica per adolescenti con disturbo dello spettro autistico”, finanziato dal Dipartimento IX della Provincia di Roma (Prevenzione Mille 2012-Bando della fraternità approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n. 171/19 del 16/05/2012) all’Associazione Laparolachemanca in collaborazione con il Dipartimento dei Processi di sviluppo e socializzazione della Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza, Università degli studi di Roma.
2011-2012 – Ha partecipato come ATI (capofila Istituto Tecnico Agrario Statale “G. Garibaldi” di Roma) al progetto “Il progetto individuale”. Realizzazione di percorsi formativi per figure professionali da impegnare nel sostegno e nell’assistenza di soggetti disabili affetti da disturbi dello spettro autistico, ivi compresa la sindrome di Asperger (SA), approvato dalla Regione Lazio con Determina Dirigenziale n.1536 del 03/03/2011 (Progetto FSE).

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

1. Laghi F., Baiocco R., Costigliola F., Levanto S., Ferraro M. (2013). Peer-Mediated Intervention finalizzato all’inclusione scolastica e lavorativa di adolescenti con disturbo dello spettro autistico. In D. Pavoncello (a cura di). Oltre il disagio psichico dei giovani: modelli e pratiche di inclusione sociale e lavorativa. Isfol, FrancoAngeli, Milano.
2. Laghi F., Costigliola F., Levanto S., Russo O.G., Ferraro M., Michienzi M. (2014). A peer-mediated intervention to develop social and work abilities for Adolescents with ASD: Pilot study. Rivista di Psicologia Clinica, 2, 131-146. doi: 10.14645/RPC.2014.2.486
3. Laghi F., Lonigro A., Levanto S., Ferraro M., Baumgartner E., Baiocco R. (2016). Nice and Nasty ToM Teacher-selected Peer models for Adolescents with Autism. Measurement and Evaluation in Counseling and Development, 49,3, 207-216. DOI: 10.1177/0748175615596784
4. Laghi F., Baiocco R., Federico F., Lonigro A., Baumgartner E., Levanto S., Ferraro M. (2016). Peer and Teacher-Selected Peer Buddies for Adolescents with Autism Spectrum Disorders: the role of Social, Emotional and Mentalizing abilities. Journal of Psychology, 150,4, 469-484. DOI: 10.1080/00223980.2015.1087375

RELAZIONI A SIMPOSI; CONVEGNI NAZIONALI E INTERNAZIONALI

1. Laghi F., Baiocco R., Levanto S., Ferraro M. (2013). Peer-Mediated Intervention per favorire l’inclusione scolastica e lavorativa di adolescenti con sindrome autistica: quali dimensione valutare? XIII Congresso Nazionale Orientamento alla scelta: Ricerche, Formazione, Applicazioni, p.47. 21-23 Febbraio, Milano. ISBN:978-88-343-2478-3
2. Laghi F., Baiocco R., Levanto S., Ferraro M. (2013). L’inclusione lavorativa dei ragazzi con disturbo dello spettro autistico: l’esperienza della Cooperativa Garibaldi. XIII Congresso Nazionale Orientamento alla scelta: Ricerche, Formazione, Applicazioni, p.48. 21-23 Febbraio, Milano. ISBN:978-88-343-2478-3
3. Laghi F., Baiocco R., Levanto S., Ferraro M. (2013). L’intervento mediato dai peer (PMI): come favorire l’inclusione scolastica di adolescenti con sindrome autistica. La ricerca delle buone pratiche in Psicologia della salute, 10-12 Maggio, Orvieto.
4. Laghi F., Levanto S., Ferraro M. (2013). Peer-Mediated Intervention finalizzata all’inclusione scolastica di adolescenti con sviluppo atipico: quali caratteristiche valutare e quali figure coinvolgere? XXVI Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia dello Sviluppo, AIP, Milano, 19-21 settembre. Milano: Vita e Pensiero. ISBN: 978-88-343-2657-2
5. Laghi F., Baumgartner E., Lonigro A., Levanto S., Ferraro M. (2014). Un programma di intervento evidence-based per adolescenti con disturbo dello spettro autistico in adolescenza. XXVII Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, AIP, Arcatavata di Rende, Cosenza, 18-20 settembre.
6. Laghi F., Baiocco R., Baumgartner E., Lonigro A., Levanto S., Ferraro M. (2014). Collaborative Model for Promoting Competence and Success for student with ASD (Compass): i pari come risorsa per l’implementazione delle abilità sociali di adolescenti con disturbo dello spettro autistico. Convegno Internazionale I Benefici della prosocialità: Ricerca e Interventi. Roma, 03 Novembre.